Riflessione – Reflections

LA “MIA” FINESTRA MAGICA SU PIAZZA SPLENDORE.
Riflessione di Giuseppe Nuccio Iacono

Devo ritornare a Siracusa… qui ho una stanza riservata tutta per me, dalla quale si gode della magica visione sul Paradiso.

Da quella finestra SI AMMIRA LA PERFETTA BELLEZZA UMANA GLORIFICATA A BELLEZZA CELESTE.

Bisogna essere sul posto per comprenderne la magica visione che da qui si gode sul Paradiso urbano di Piazza Duomo.
Affacciandosi si coglie il valore dell’inesprimibile e dell’ineffabile.

PERFETTAMENTE NATURALE E NATURALMENTE PERFETTA è la prospettiva impreziosita da una serie di palazzi nobiliari. PIAZZA O TEATRO URBANO???? Questo è il dilemma della descrizione appropriata!!!!
Lo sguardo da quella finestra “magica” si spande nello spazio dell’empireo e si estende nel tempo indefinito dove il sogno rapisce l’anima e incanta i sensi del corpo.
La piazza vive e viene baciata da una LUCE SFOLGORANTE E CHIARA CHE ACCAREZZA le superfici articolate dei palazzi e delle chiese con le tonalità del bianco che al tramonto si esalta nel dorato; tutto è trionfo di sfumature; tutto è un canto di armonia.
Quella luce ha infatti il potere dell’ALCHIMIA perché ogni raggio immateriale si fonde nel crogiuolo del mistero per poi cristallizzarsi in materia e volumi perfetti che regalano profondità, slancio e forma all’architettura che circonda la piazza.

“My” magical window onto the Splendrous Square
Reflections by Giuseppe Nuccio Iacono

I must return to Siracusa…   I have a room reserved there, just for me, a room from which you can enjoy a magical view of Paradise.

From that window, you admire the perfection of human beauty glorified and rendered celestial.

You have to be there to truly comprehend the enchanted vision of this Urban Paradise called Piazza Duomo. As you look down, you perceive the value of the inexpressible and the ineffable.

Perfectly natural or naturally perfect; this, the vision of a series of precious noble palazzi. Square or Urban Theatre????  This, the dilemma of the most appropriate description!!!!

The view from that “magical” window reaches out in the empyrean space into undefined time where a dream can steal your soul and enchant the senses of the body.
The square lives and is kissed by blinding, brilliant light that caresses the articulated surfaces of the palazzi and churches with shades of white that turn golden at sunset; this is the triumph of subtle shading, everything is a harmonious song.

That light has an Alchemical power because every immaterial ray is fused in the crucible of mystery only to crystallise in perfect materials and shapes which give depth, elevation and form to the architecture which surrounds the square.

 

Leave a Reply

We are using cookies to give you the best experience. You can find out more about which cookies we are using or switch them off in privacy settings.
AcceptPrivacy Settings

GDPR